Confartigianato
Cerco - offro
18 Novembre 2018
CHI SIAMO Immagine di Chiusura area Immagine di Chiusura area Immagine di Chiusura area Immagine di Chiusura area Immagine di Chiusura area Immagine di Chiusura area Immagine di Chiusura area
Sei in: Home » Il Territorio »Quarto d'Altino
Quarto d'Altino
stemma comunale sile
Dati generali
Sup. : 28,156 Kmq
Abitanti: 7.224
Densità: 256.6 Kmq  
sito ufficiale 


Imprese Artigiane 
attive al 31/12/2003:
184 
    
                
- 5.15% rispetto 2002  
                - 2.65% rispetto 2001   
                  0.00% rispetto 2000
                  0.00% rispetto 1999

abitanti: 7.224 artigiani: 184   rapporto 1/39

Società di Capitali: 5
Società di Persone: 47
Imprenditori Individuali: 132
Altre forme: 0 
  
Fonte:  Infocamere al 31.12.2003


La Storia

Storicamente il grande interesse e prestigio di Altino, nello specifico, e Quarto d'Altino in generale , sta tutto nella sua storia. Tutto nasce dalla città romana Altino, considerata per certi aspetti la "madre" di Venezia, porto d'approdo dei romani che nel II secolo a.C. con le navi provenienti dall'Adriatico vi facevano scalo per poi, a piedi o a cavallo attraverso la ritta strada Claudia Augusta, iniziata da Druso e finita da suo figlio Claudio, imperatore, li conduceva fino ad Ausburg in regioni germaniche. La strada che conta 1950 anni, è ora punto d'orgoglio degli Altinati anche per essere stata il mezzo che ha avvicinato regioni danubiane e la Germania. Di Altino che senza dubbio non era una città piccola, tutto ciò che rimane è collocato nel museo Archeologico Nazionale contornato anche da importanti scavi. I numerosi reperti mostrano la storia altinate-romana, sopratutto le grandi necropoli con testimonianze epirgrafiche e artistiche.
Altino divenne sede vescovile con l'avvento del Cristianesimo. Il primo vescovo fu S.Eliodoro nativo di Altino. Fu anche Municipium, ma con l'invasione di Attila prima (nel 352) e dei Longobardi poi (nel 568), il declino fu rapido. Il glorioso nome scomparve e non fu riesumato nè dalla Serenissima, ne dal napoleonico Regno d'Italia, nè da quello Lombardoveneto.
Per evitare inondazioni a Venezia, l'ingegno della Repubblica veneta praticò il Taglio del Sile, deviandolo nell'alveo della Piave Vecchia verso Jesolo. Per il dislivello delle acque venne costruita la Conca, detta "vaso", vale a dire un sistema che per riempimento d'acqua accoglie i vari natanti turistici e non.
Raggiunto il livello d'acqua, si aprono le porte (Portegrandi) e questi accedono in laguna per raggiungere in uno scenario unico tra barene e velme ricche di canneti, fiori spontanei, uccelli d'ogni specie, Mazzorbo, Burano, Torcello, Murano, Venezia.
Solo nel 1946 il capoluogo prese nome Quarto d'Altino richiamandosi alle nobili origini. Il paese in questi ultimi anni, forse perchè agevolato da uscita autostradale, stazione ferroviaria, vicinanza a Mestre (14 Km), ha avuto uno sviluppo edilizio e demografico che sostanzialmente ha trasformato il capoluogo dandogli un volto moderno (villette a volontà, palazzi, organismi commerciali di rilievo, zona industriale), tale da considerarlo punto di sbocco dell'argomentato passante Mira-Quarto e della futura metropolitana regionale. 

Da vedere

Il Museo Archeologico 
La Via Claudia Augusta
La Via Annia  
L' Oasi naturale di Trepalade
La Torre Campanaria
Ricerca nel Sito

Area Riservata

User
Password
Vetrine dx
vai a tutti gli appuntamenti associativi  in calendario
Invia direttamente una mail al Presidente ...
I percorsi formativi dell'associazione
Visita le vetrine delle aziende associate ...
Vuoi trovare un'azienda per le tue necessitą ...
Le nostre attivitą, eventi, convegni ...
Per accedere all'archivio di Confartigianato Informa...
convenzione polizza auto per gli associati
Qualitą
COFIDI
eFare
Nuovo servizio in materia di ambiente e sicurezza
ultimo numero pubblicato periodico associazione
Il Mostro della Laguna
Assicurazioni Galesso
Agenda Metropolitana
Galesso & P.  Assicurazioni Galesso & P. Assicurazioni
Assistenza sanitaria Assistenza sanitaria
Tutte le Convenzioni
Data di Ultima Modifica: 30-10-2018 Powered by Q-web S.r.l.
Associazione Artigiani, Piccole e Medie Imprese del Mandamento di San Doną di Piave
P.IVA 02723740276 - C.F. 84002190274 - R.E.A. VE 29536
Via Perugia, 2 - 30027 San Doną di Piave - VE -Tel. 0421.3351 - E-mail: info@artigianisandona.it
Torre Di Mosto Eraclea Jesolo Ceggia Noventa di Piave Fossalta di Piave Musile di Piave San Doną di Piave Meolo Quarto d'Altino Torre Di Mosto Eraclea Jesolo San Doną di Piave Quarto d'Altino